La pagina del narrare

La narrazione è una forma di indagine sulla realtà. Può essere un racconto, un romanzo, una pittura, una fotografia. Nella hall di un aereoporto una donna sola legge. Centinaia di aereoporti sono collegati, arei partono e arrivano, persone e vite si spostano da un punto all'altro dell'intera terra, viaggiano.E la donna sola che legge è apparentemente separata dal grande flusso di vite che la circonda. Ma è proprio così separata dal mondo reale, nella sua concentrazione? O è su una strada, magari tortuosa, di indagine del reale che la lega all'immenso flusso di persone, di pensieri, di storie?

donna che legge

Il vero racconto, sia esso di narrativa scritta, o di fotografia, o di altro, cerca di andare al di là dei veli che coprono e mascherano. Colpisce per angolazioni e punti di vista insoliti, crea ambiguità di significato perché spesso la interpetazione della realtà non può che essere ambigua.

i racconti di Dina Lentini

Dietro l'hotel, un romanzo
"Nel vicolo una donna calva aggiustava la biancheria stesa sul balcone. Controllava e ritirava i panni asciutti e spostava gli altri ancora umidi al sole. Era l'unico momento della giornata in cui,  pur continuando nel suo lavoro, si concedeva di alzare gli occhi verso la luce autunnale e approfittava della brezza che alle due arieggiava e rinfrescava quello spazio, chiuso tra alte facciate...."

misure tra le nubi - racconto breve

"I pappi dei pioppi volano dappertutto, soffiando brividi sulla pelle degli allergici. Ne era pieno il parcheggio, dove vorticavano nell'aria tiepida e si sono insinuati fin dentro l'autobus che ci porta verso l'aereo..."

un'altra epoca, un altro vento -

"Fosse stata un'altra stagione, magari l'ultima estate, siccitosa e interminabile nella sua calura anomala, Seck sarebbe arrivato in maglietta e con un paio di pantaloncini corti di nylon sulle gambe nude, avvolto in una nuvola di polvere. Si sarebbe..."

Un sogno del signor T, di Dina Lentini

"Pur avendo deciso di essere ormai troppo vecchio per scarrozzare in gita scolastica un gruppo di adolescenti esaltati, alla fine il Signor T. aveva accettato.Sapeva già tutto e si era rassegnato a quello che lo aspettava. Ribattezzata con il termine più didatticamente corretto “viaggio di istruzione”, la gita rimaneva quello che era sempre stato: l'occasione per uscire di casa e passare una notte fuori. Il che offriva anche agli studenti più angelici e insospettabili la possibilità di esternare (semel in anno licet insanire) gli istinti più primordiali e selvaggi."

poesie

L'enfant, flamme - Œuvre poétique de Matéo de Brou, poète africain
"..Dans ce trou béant, une terre triste/ Avale ses meilleurs bébés,.." Ces poèmes par Mateo de Brou arrivent comme un cadeau de simplicité et de vérité au milieu des paroles en l’air et des rivières d’hypocrisie qui sont gaspillés sur le vieux continent. L’Afrique crie ses rêves volés et ses espoirs obligés de bang avec la réalité, sans être capable de se transformer. L’Afrique perd ses enfants les meilleures..

poesie - Oscar Tortorella - 2
¿dónde están mis pasos?Queste poesie di Oscar Tortorella hanno la musicalità dilatata dei suoni declinati nella pluralità linguistica che con accenti diversi ripete il grido di un uomo. Il disorientamento è ricerca di sé ed è ricerca di relazione e di umanità, nasce dal desiderio di pace e armonia. Lo slancio non può garantire la realizzazione del sogno. L'unione non è sicura, ma possibile e resa certa dalla speranza.

poesie - Oscar Tortorella - 1
poesie di un poeta uruguayano, di nonni italiani, che ha lavorato in Francia ed è attualmente di nuovo in Uruguay, il mondo si evolve...

racconti

il clochard di Dario Martino
brevissimo e fulminante racconto su un futuro possibile, con diverse implicazioni...

vecchio, torna a casa - di Mario De Paz
"Il vecchio saliva lungo la strada che porta a Erice con passo stanco. Aveva camminato molto per giungere alla meta che si era prefisso. Dopo tanti anni di clausura, lontano dal mondo e dalle lotte umane, aveva deciso di..."

piede in fallo, di Antonio Sparzani
"Certo che bisogna affrontare un vero viaggio per venire a trovare gli amici in questa valletta appartata e silenziosa, un po’ isolata dal resto del mondo, bisogna proprio venirci apposta a scovare qualcuno, mica si può passare per caso,..."

le foto

le foto di alta montagna di Giuseppe Milanesi

Come muore un ghiacciaio - parte prima (reportage fotografico ragionato sul processo di estinzione dei ghiacciai)

Come muore un ghiacciaio - parte seconda (reportage fotografico ragionato sul processo di estinzione dei ghiacciai)

alone in the white - parte prima (solo nel bianco, foto di scialpinismo)

alone in the white - parte seconda (solo nel bianco, foto di scialpinismo)

prime e ultime luci del giorno - parte prima  -  prime e ultime luci del giorno - parte seconda

les photos et les réportages photogtraphiques de Yves-Marie Hue

Naples 1 - reportage photographique d'un voyage à Naples, par Yves-Marie Hue, première partie

Naples 1 - reportage photographique d'un voyage a Naples, par Yves_Marie Hue, deuxieàme parti

il complesso nuragico di Barumini - dal nostro corrispondente Yves-Marie Hue un reportage fotografico sul più grande complesso nuragico in Sardegna

Barcellona di notte, di Dario Martino

 

le foto di Emilie Barret

notizie e recensioni di film

La caccia ai fantasmi, l'orrore, il fantastico, la fantascienza e la noia - Parte prima: fantasmi e vampiri (con qualche strega)

si prende spunto da una serie di telefilm (come ghost hunters, le streghe, Buffy l'ammazzavampiri) per parlare, con tono apparentemente leggero, di altro


midnight in Paris (Woody Allen, 2011)

 

i racconti di Nino Martino

nonno Mariano e le onde senza risacca
"....La passeggiata a mare di Milazzo è lunga e larga. Tutta coperta di alberi, il fogliame è fittissimo. E' sera, è estate e c'è ancora un po' di luce...."

Takoradi
"...Quando  siamo partiti da Genova era previsto un viaggio di due mesi. Siamo la classe IV A del Nautico di Genova, è il 1963 e questo è il viaggio di istruzione..."

Patrizia
"...Ho appena fatto l'amore con Patrizia. E' stato bello e adesso scendiamo in strada: la devo accompagnare al tram. Siamo a Milano ed ha appena piovuto..."

il sacco da ginnastica

"...Era quello il tempo in cui andavo ancora al Nautico di Genova, in Piazza Palermo. Abitavo a Quinto e c'era ancora il tram. Al mattino presto uscivo nell'aria buona di Quinto, camminavo con la mia cartella, prendevo il tram e dopo mezz'ora scendevo proprio in Piazza Palermo...."

recensioni di libri

scrivere un libro per goderne la magia: Elizabeth Strout
"E' convinzione di Elizabeth Strout che la letteratura sia ben più di un conforto, di una strategia di sopravvivenza o di un modo fra tanti per comunicare..."

Mariella Marras, Abbassa gli occhi e scrivi

La strada per Nebida (romanzo di Guido Pegna, edizioni effequ, 2011)

il piacere di scrivere: recensione mon amour

inchieste e reportages

La flora africana e la medicina tradizionale nel Mali. Galleria fotografica e testo sulla medicina tradizionale nel Mali di Sergio Giani e Rokia Sanogo.
In Africa, la medicina tradizionale è una parte molto importante del patrimonio culturale vivente, profondamente radicata nella storia, nella cultura e nelle credenze della popolazione. Essa determina i comportamenti e le attitudini di fronte ad eventi personali, familiari e sociali della vita di ogni giorno.

la festa in un villaggio africano reportage di Sergio Giani
Sergio Giani è un farmacista esperto nella valorizzazione delle risorse della medicina tradizionale in rapporto al rafforzamento istituzionale, alla salute della comunità e alla salvaguardia della diversità biologica. E' responsabile dei programmi del AIDEMET, Mali.

Le donne del Mali reportage fotografico di Sergio Giani
In questo reportage Sergio Giani fotografa le donne guaritrici del Mali, le donne e i bambini, le levatrici. Alla prima parte - le donne guaritirci - è allegato un documento in formato pdf sulla comunità delle donne guaritrici e sul modo collettivo di crescita della conoscenza sulle piante medicinali

 

 

i racconti di Guido Pegna

La memoria dell'acqua, di Guido Pegna

"Ognuno di noi ha dei pallini che gli durano tutta la vita. Ero stato appena assunto come assistente incaricato e il mio capo, signore e padrone – era l’epoca dei baroni, che si manteneva identica a sé stessa da..."

quattro gradi, ovvero a perpetua memoria di infamia
"Quando lessi il meraviglioso racconto La morte dello Stratega di Álvaro Mutis, rimasi molto colpito dal fatto che il personaggio femminile di cui lo scrittore narra è una giovane bellissima donna sarda, Anna Alesi...."

lontano da dove?
"Colpito dalla sventura un ebreo aveva deciso di fuggire. Si era disfatto dei suoi pochi averi, aveva preso commiato da parenti e amici e si era recato dal rabbino per riceverne l'ultima benedizione e una parola di conforto...."

Camona
"Con l’avvento della “nuova sensibilità ecologica”, con l’aumento del traffico e dell’inquinamento, con la constatazione della solitudine alla quale ci siamo ridotti nelle città, in questa vita insensata tutta lavoro e televisione, già una trentina di anni fa iniziò una grande ondata di esodi verso le campagne...."

la borsa
"Si dice che i fisici – in generale tutti gli scienziati, ma in particolare proprio i fisici – si vestano di preferenza in modo del tutto incurante e distratto, e che siano soliti presentarsi vestiti più o meno come straccioni anche alle cerimonie più solenni e formali, come il conferimento di un premio Nobel o le lauree honoris causa.."

capo
"Doveva essere il 1968 o il 1969 quando mi capitò di incontrare il professor Terzian, uno di quei paladini che con Basaglia sovvertirono i fondamenti della psichiatria e della scienza medica in generale: ciò con cui si ha a che fare, predicavano, non è la malattia, ma un essere umano malato e da aiutare; e soprattutto tale è il matto, o malato di mente, che non è un mostro pericoloso ma una persona che ha particolarmente bisogno di affetto e di contatti umani..."

Il fascino del viaggiare: reportages fotografici e altro

Yves-Marie Hue - New York, New York. Parte prima. la mitica metropoli e la sua gente de un viaggio "americano" del 2014

Yves-Marie Hue New york, New York, parte seconda: Manhattan...

Yves-Marie Hue New York, New York, parte terza: Times Square

Yves-Marie Hue New York, New York, parte quarta - People

Yves-Marie Hue New York, New York, parte quinta - Mémorial du world trade center

Giuseppe MIlanesi - un viaggio in Nepal, I: lives
La prima di tre gallerie fotografiche racconto di un viaggio in Nepal, in cui si susseguono persone e sguardi, vite che si incrociano sui sentieri e le strade del Nepal.

un viaggio in Nepal, II: civilisation
La seconda delle tre galllerie fotografiche del viaggio in Nepal di Giuseppe Milanesi, la colazione,le case, un campo da gioco, mais appeso ad asciugare, scorcio di case coloratissime, le montagne onnipresenti.

un viaggio in nepal, III: paesaggi
La terza delle tre gallerie fotografiche del viaggio in Nepal di Giuseppe Milanesi, le montagne e le albe

segnalazioni di libri, film, esposizioni d'arte

Yayoi Kusama (Beaubourg, 2011-2012)

midnight in Paris (Woody Allen, nelle sale italiane dal 2 dicembre)

Logo e suggerimenti grafici: Emilie Barret - HTML : Nino Martino - Sviluppo del sistema di gestione dei contenuti (CMS): Roberto Puzzanghera | login