The Cat's Eye Nebula
Elio Fabri, ordinario di Astronomia, si occupa anche di didattica della fisica e di critica scientifica. In Italia ha avuto una parte importante nella versione italiana del PSSC, tra l'altro dirigendo i corsi di formazione degli insegnati nel 1962 e nel 1965. Ha tenuto e tiene numerosi corsi di formazione per insegnanti, tra cui importanti scuole estive dell'AIF, sull'insegnamento della relatività , sull'insegnamento della fisica quantistica e sull'ottica.

lezioni di ottica

 appunti della scuola estiva dell'AIF 2001

Si vuole richiamare la necessità di riportare l'insegnamento dell'ottica (e di tutta la fisica, a dire il vero) dal “mondo di carta" di galileiana memoria, dove troppo spesso è confinato, al mondo degli oggetti reali: quello che G. chiama \mondo sensibile."
Il livello al quale si pensa è quello dell'attuale biennio di s.s.s. (età 14-15 anni)

la candela

La candela è una rubrica fissa che tiene il professor Elio Fabri sulla rivista "Naturalmente", rivista dedicata agli insegnanti di scienze naturali. Qui riporteremo, in ordine sparso, tutte "le candele" pubblicate in questi anni e che hanno, tutte, una rilevanza all'interno della battaglia per la cultura in Italia (cultura non scissa in cultura umanistica e scientifica, ma, semplicemente, cultura). Il senso generale è dato dalle citazione di Lao-Tzu riportata da Elio Fabri:

"piuttosto che maledire il buio, è meglio accendere una candela"

e dalla  interpretazione che ne da in testa alle sue "candele":

"non stare lì a lamentarti, ma datti da fare, non potrai forse ottenere molto, ma un po' di luce potrai farla"

Per un indice di tutte le "candele" con un brevissimo abstract del loro contenuto numero per numero andate alla pagina:

indice commentato de "La Candela"

questo indice è continuamente aggiornato. In grassetto sono riportati i titoli delle "candele" attualmente pubblicate su LNdC, che ha programmato la pubblicazione integrale.

Qui sotto riportiamo con scelta forse arbitraria alcune delle "candele" pubblicate, rimandando all'indice ragionato per l'elenco completo:

NEW! ultimo inserimento (dicembre 2014)

la candela 84: Rosetta, Philae e la cometa Churyumov-Gerasimenko. Breve storia delle comete nell'astronomia moderna: Newton, Halley. Le missioni precedenti: Vega e Giotto. Massa e peso su una cometa.

penultimo inserimento:

la candela 83: Il caso Yara: la genetica forense, le varie prove e probabilità, la
formazione dei magistrati.

la candela 82 - sulla fisica degli strumenti musicali

la candela 1 - presentazione del primo articolo della candela, con le motivazioni e gli scopi della rubrica fissa

Candela 56 - una recensione sul libro “ il sistema periodico”, di Primo Levi - parte prima

Candela 57 - una recensione sul libro “ il sistema periodico”, di Primo Levi - parte seconda

la candela 21 - sul colore: dalla composizione spettrale alla percezione

la candela 17 - sul colore: per trasparenza, per assorbimento, per riflessione

la candela 14 - sul colore: in natura

candela 26 - riduzionismo - ombre colorate

la candela 64 - la visione del colore nei primati

la candela 78 - la fisica contemporanea e le sue false immagini

candela 76 - crisi del novecento (?), reversibilità, irreversibilità e divulgazione scientifica

La candela 49 - la scienza e i suoi limiti
il problema dei limiti della ricerca scientifica, del suo rapporto con le applicazioni (la tecnica/tecnologia) e della responsabilità degli scienziati.

interventi e scritti vari

 Galileo: che cosa si vedeva con l'occhiale
importante ricerca che dimostra come analizzando "con metodi moderni" i dati che G. pubblica nel "Sidereus Nuncius" si ottengono con ottima precisione i periodi dei satelliti, che G. non conosceva e riuscì a trovare solo anni dopo. Si trovano anche i raggi delle orbite, sebbene con un errore sistematico non trascurabile e di cui gli autori non hanno capito l'origine.. Questo lavoro scientifico confuta la tesi di Feyrabend che negava che Galileo avesse realmente visto con il cannocchiale quello che diceva di avere visto

che cosa è il rigore logico in fisica?
Il problema è questo: la fisica è una scienza sperimentale, e perciò in essa l'esperimento e i procedimenti induttivi entrano in modo determinante. Esiste però nella fisica una parte teorica, con struttura matematico-deduttiva, che non è meno importante

che cosa ha veramente detto Gödel

dialogo sulla massa relativistica

relatività generale e parodosso dei gemelli

la cosmologia dalla A alla ...B

quanto sono strani i fotoni!

sovrapposizioni e intrecci

breve storia della elettrodinamica quantistic

la velocità della luce è variabile?

povero Galileo!

Logo e suggerimenti grafici: Emilie Barret - HTML : Nino Martino - Sviluppo del sistema di gestione dei contenuti (CMS): Roberto Puzzanghera | login