Il piacere di cucinare: ricetta mon amour 21

Il minestrone di Mango

verdure scelte e profumate per un piatto primaverile buono tutto l'anno

Genera segnalibro - Condividi

Preparo sempre il minestrone, almeno una volta la settimana, in quantità tale da poterne conservare in frigo una parte che verrà consumata in 2/3 volte. Non seguo una ricetta particolare, anche perché si tratta di uno dei piatti più versatili e variabili della tradizione regionale, legati alla stagione e all'utilizzo degli avanzi.

nella foto la testa dell'alano chiamato Mango...be', sono io Mango, cosa credevate?  E amo il minestrone alla genovese. Pensavate che la mia mamma avesse preparato un minestrone di frutta?

Mi sono comunque data  alcune autoregole che continuo a seguire perché nel tempo hanno dato buoni esiti: 1°aggiungere sempre dei legumi- 2° scegliere verdure di stagione senza ricorrere a quelle in scatola che conferiscono un gusto completamente diverso- 3° passare una parte del minestrone con il passaverdure per avere una certa densità: non amo i minestroni troppo brodosi, per me la consistenza giusta è quella a metà tra la zuppa e la potage, deve essere abbastanza cremoso anche mantenendo i pezzi interi   - 4°aggiungere sempre del cavolo ( di qualunque tipo)- 5° estrarre le patate prima che si disfino nella cottura e amalgamarle dopo averle schiacciarle con la forchetta, per dare una maggiore corposità.

A parte questo, con il minestrone non c'è limite alla fantasia e al gusto personale. Se volete qualcosa di più semplice e dietetico, limitatevi alle sole verdure e ai legumi, aggiungendo olio crudo alla fine. Se volete insaporire maggiormente il piatto, basta far precedere alla cottura delle verdure un trito di cipolla, aglio, carota grattugiata, sedano e prezzemolo che verrà appassito rosolando della pancetta, un osso di prosciutto, del lardo..

Il minestrone di Mango è stato preparato per un bambino speciale, bisognoso di essere incoraggiato e stuzzicato per mangiare con l'aggiunta di qualche piccolo appetizzante nella pappa. Mango è un giovane alano di un anno. Pesa più di sessanta chili. Mangia solo crocchette ben bilanciate perché appartengo al gruppo di quanti credono che sia meglio  così rispetto alla preparazione domestica dei pasti. Se conoscete gli alani e la loro personalità non vi stupirà che ne parli come di un bambino: delicato, curioso, capriccioso, adorabile. Quando la sua pigrizia gli fa trascinare all'infinito il pasto, lo inganno come tutti i bambini, aggiungendo una cucchiaiata di minestrone (senza soffritto) alle sue crocchette. Mango sente il profumo del minestrone e divora tutto.

Minestrone di verdure

ingredienti (per quattro persone)

2 grosse patate e 2 carote medie

1 cipolla , 1 porro, 1/2 scalogni, 1 spicchio di aglio

1 ciuffo di prezzemolo, 1 di basilico e 1 mazzetto di aromi

1 gamba di sedano

una manciata di pisellini freschi

2 hg di fagioli borlotti (o cannellini o fagioli dall'occhio o ceci, o lenticchie..) messi in ammollo la sera prima

2hg di cavolo (cavolo verza, cappuccio, cavolo rosso...)

2/3 zucchine

un pugno di fagiolini

un pezzo di zucca (possibilmente, mantovana)

scorze di parmigiano

olio evo, sale qb

Tempi di esecuzione: una mezz'ora per la preparazione delle verdure- 2 ore per la cottura- 1/4 d'ora di pentola a pressione-

Preparate le verdure tagliandole a pezzetti e lasciando intere le patate. Aggiungete  i fagioli dopo aver tolto l'acqua di vegetazione. Cuocete in abbondante acqua finchè le verdure e i legumi saranno ben cotti e il brodo vegetale si sarà ristretto della metà.  Togliete le patate e schiacciatele, mettetele da parte. Aggiungete il sale,  le scorze di parmigiano e continuate ancora la cottura in pentola a pressione. Frullate con un mixer un terzo del composto e aggingetelo al resto insieme alle patate. Cuocete ancora qualche minuto per amalgamare bene gli ingradienti. Servite caldo o tiepido secondo il gusto, con l'aggiunta di olio a crudo , pezzetti di basilico fresco e  abbondante parmigiano grattugiato. In omaggio al mio periodo trascorso in Liguria, regione di cui adoro la cucina, cerco di avere un pò di pesto da aggiungere al minestrone: è tutta un'altra cosa!

 

 

vai avanti di una paginatorna indietro di una pagina
cucina  |  dina  |  aggiungi un commento

Logo e suggerimenti grafici: Emilie Barret - HTML : Nino Martino - Sviluppo del sistema di gestione dei contenuti (CMS): Roberto Puzzanghera

| login