brevissimo racconto milanese

Patrizia

di Nino Martino

Genera segnalibro - Condividi

Ho appena fatto l'amore con Patrizia. E' stato bello e adesso scendiamo in strada: la devo accompagnare al tram. Siamo a Milano ed ha appena piovuto. Facevamo l'amore e fuori c'era il temporale, scrosciava l'acqua su Milano, era marzo e l'acqua veniva giù e rivoli d'acqua scorrevano ai lati delle strade e la gente si riparava nei portoni o prendeva il tram saltando pozzanghere. Era bello fare l'amore e pensare a tutte queste cose che succedevano fuori.

foto di Dario Martino, Barcellona di notte, una figura evanescente scivola lungo un muro

Adesso che siamo scesi in strada non piove più. Le nuvole si sono rotte e c'è sole dappertutto. L'acqua nelle strade scintilla, le strade scintillano, la luce è accecante. E io sono felice. Stringo la sua mano e guardo la luce nelle strade e sono felice. Anni dopo, quando rincontrerò Patrizia, ormai a me abbastanza estranea, le dirò di quel momento felice, ma lei mi dirà che no, non si ricordava proprio niente del genere e forse è vero oppure no.

Accompagno Patrizia al tram, e ci diciamo cose leggere e belle. Arriva il tram, lei sale e poi si gira brevemente e mi saluta e mi guarda e io la guardo e il tram chiude le porte e parte.

Allora ritorno a casa, e le strade di Milano sono sempre piene di luce e guardo la gente riversarsi nei supermercati. Guardo le vetrine piene di cibo e di formaggi grassi. Il viale è alberato e gocce mi cadono addosso spinte dal vento.

Allora vedo il giovane. E' grasso, tozzo, gli occhi sono quelli di chi è “fuori”. Ha una radio in una mano, una grossa radio con altoparlanti stereo. Porta la radio all'orecchio e c'è il radiogiornale. Hanno appena trovato Aldo Moro morto ammazzato e lui accenna a un passo di danza e poi fa con l'altra mano il gesto di una pistola. BR bang bang dice. Gli passo accanto e lui accenna sempre a passi di danza. È felice. Mi guarda. BR bang bang dice. Si allontana felice, barcollante e danzante, borbottante e inconsapevole, nella luce accecante del dopo temporale a Milano.

vai avanti di una paginatorna indietro di una pagina
cultura  |  narrativa  |  nino  |  racconti  |  aggiungi un commento

Logo e suggerimenti grafici: Emilie Barret - HTML : Nino Martino - Sviluppo del sistema di gestione dei contenuti (CMS): Roberto Puzzanghera | login