Un bicchiere d'acqua capovolto, con un foglio di carta. L'acqua non cade

Perché si può colare la pasta?

Nino Martino Le domande folli: perché si può colare la pasta? Ma a chi potrebbe mai venire in mente una domanda simile? È una vita che coliamo la pasta con un colapasta bucherellato. Fa parte quasi della nostra vita quotidiana. Succede sempre così, è normale che succeda. Quindi porsi la domanda appare pare cosa decisamente

L’elasticità delle canne lacustri di Tortolì (Sardegna)

Nino Martino Che cos’è l’elasticità e come misurarla. Brogliaccio di un lavoro collettivo di un corso di formazione sull’educazione scientifica tenutosi a Ilbono (Sardegna), nell’ambito del progetto della Regione Sarda “Laboratorio Itinerante” Questo scritto serve per fissare le idee su quello che abbiamo fatto a Ilbono, per quanto riguarda l’educazione scientifica.La prima osservazione è che,

Osservazioni su un pendolo che oscilla

Nino Martino Una questione di metodo. Report di un incontro seminariale con un gruppo di insegnati della scuola primaria di Sassari, nell’ambito di un corso sull’educazione scientifica. Il metodo viene esplicitato in una pratica di laboratorio: l’osservazione di un pendolo che oscilla Qui di seguito riportiamo in maniera più o meno fedele, magari con considerazioni

Scritti vari e interventi sulla didattica delle scienze

Nino Martino L’ormai famoso “lanciatore di fiori” di Bansky, sui muri di Londra. Curioso, mettere questa immagine in una pagina di didattica delle scienze, vero? Vuol forse dire l’autore di questa pagina che un insegnamento vero delle scienze, in una società frantumata tra pseudo cultura umanistica, terrapiattismo e scienza ridotta a tecnologia, ha un carattere

una bambina gioco con un'installazione di specchi in un museo in Francia

Il gioco della materia e delle idee 1

Nino Martino Tentativi per una possibile educazione scientifica nella scuola primaria. Report e considerazioni da corsi di formazione ed esperienze in classe. Il fantastico e la pallina che voleva danzare con il phon. Milano, un lavoro fatto in classe con due terze della scuola primaria “Scuola Rinnovata Pizzigoni”. Come spiegare che cos’è il “fantastico” a

giochi di luce riflessa e rifratta in un'opera d'arte

Sulla luce – parte seconda

Nino Martino Report da un corso di formazione per insegnanti delle primarie a di Sassari. misure, visualizzazione, riflessione, rifrazione e … alcuni imprevisti, come sempre succede in un lavoro collettivo di apprendimento Questo “pezzo” è stato scritto dopo circa tre ore di lavoro collettivo con un gruppo di insegnanti del 1 circolo di Sassari, scuola

gioco di luce su una spiaggia francese

Sulla luce – parte prima

Nino Martino la luce è una esperienza quotidiana a cui tutti siamo abituati, ma non è di facile indagine, né sulla sua natura, né nei suoi effetti a volte spettacolari… Questo “pezzo” è stato scritto dopo circa tre ore di lavoro collettivo con un gruppo di insegnanti del 1 circolo di Sassari.Si incomincia con il

La ricaduta nelle classi: le stupefacenti trasformazioni di una molecola d’acqua

Nino Martino Una storia a fumetti fatta da bambini del 1° circolo didattico di Sassari, 4B di Bancali, maestra Giusi Masidda. È possibile trattare a livello delle scuole primarie l’argomento dei cambiamenti di stato dell’acqua? E’ possibile trattare a livello della scuola primaria l’argomento dei cambiamenti di stato dell’acqua? L’idea che che le cose possano

disegno gruppo di molecole d'acqua

La ricaduta nelle classi: giochi con famiglie di molecole d’acqua allo stato solido, liquido e gassoso

Nino Martino Una esperienza di lavoro al 1° circolo didattico di Sassari, 4B di Bancal. Come insegnare alle primarie i cambiamenti di stato? L’acqua si trasforma da liquido a gas, a solido, ma rimane sempre acqua.Un tentativo riuscito della maestra Giusi Masidda. Nel corso di formazione avevamo convenuto nel nostro lavoro collettivo che uno dei

La ricaduta nelle classi: l’elasticità con i ragazzi

Nino Martino Riporto qui, integralmente, il report della professoressa Rosanna Sanna (Istituto Comprensivo N.2 di Porto Torres) sul suo lavoro in una classe reale di scuola secondaria di primo grado che ha per argomento lo studio dell’elasticità. Questo lavoro è stato considerato ottimo e da esempio all’interno dell’Associazione Insegnanti di Fisica, A.I.F Ci sembra importante,